EspañolEspañol EnglishEnglish ItalianoItaliano
Twitter

Il Progetto

IL PROGETTO LIFE ARIMEDA (LIFE16/ENV/ES/000400) E I SUOI OBIETTIVI

Riduzione delle emissioni di ammoniaca nell’agricoltura mediterranea con tecniche innovative di fertirrigazione dei liquami.


L’agricoltura è responsabile del 94% delle emissioni di ammoniaca in Europa, essendo la gestione dei liquami (56%) e l’applicazione di fertilizzanti azotati inorganici (21%) le principali fonti nel settore agricolo (rapporto sull’inchiesta delle emissioni dell’Unione europea 1990- 2015 nell’ambito della convenzione UNECE sull’inquinamento atmosferico transfrontaliero a grande distanza (LRTAP), relazione n. 9/2017, Agenzia europea dell’ambiente). 

Queste emissioni influenzano negativamente sia l’ambiente che la salute delle persone e degli animali a breve e lungo termine. Numerosi studi hanno confermato che l’agricoltura è la terza più importante fonte di emissioni di particolato (PM10) in Europa e che ha contribuito a episodi di elevata concentrazione di particelle in diverse regioni ogni primavera (Qualità dell’aria in Europa – EEA, 2017).

Il progetto LIFE ARIMEDA indirizza i suoi sforzi verso l’ottenimento di una significativa riduzione della volatilizzazione dell’ammoniaca quando il liquame viene applicato nei campi coltivati come fertilizzante organico. Si intende dimostrare che nell’agricoltura mediterranea l’applicazione della frazione liquida di liquami e digestato, diluito come fertilizzante attraverso sistemi innovativi di irrigazione con perni e gocciolamento superficiale o interrato, sono tecniche efficaci per ridurre le emissioni di ammoniaca nell’atmosfera, rispetto alla tradizionale applicazione del ventilatore per liquami. Si prevede di ottenere una riduzione del 50% e del 90% delle emissioni di ammoniaca nell’irrigazione con perni e l’irrigazione con gocciolamento sepolto rispettivamente.

L’obiettivo è valutare il riutilizzo dei nutrienti nelle aree agricole mediterranee di estese colture irrigue. In questo modo, oltre a ridurre le emissioni di ammoniaca, è possibile ottimizzare il riciclo dei nutrienti, chiudendo il ciclo delle purine.

Per realizzare questo lavoro, prove sperimentali saranno condotte in diversi lotti sperimentali della regione Lombardia in Italia e nella regione spagnola di Aragona dove, attraverso un monitoraggio ambientale, agronomico ed economico e la valutazione delle tecniche di irrigazione testate: centri e gocciolamento sepolto, si concluderà l’efficacia dei sistemi di fertirrigazione studiati.

OBIETTIVI DEL PROGETTO

> Dimostrare, attraverso una valutazione economica, agronomica e ambientale, che l’applicazione della frazione liquida del liquame e digerito, utilizzato come fertilizzante attraverso sistemi innovativi di irrigazione con perni e flebo, sono tecniche efficaci per ridurre le emissioni di ammoniaca a l’atmosfera rispetto all’applicazione tradizionale.

> Valutare l’effetto benefico dell’uso di queste pratiche nella protezione di acqua, suolo e aria, evitando il trasferimento di contaminazione da uno all’altro.

> Promuovere il riutilizzo dei nutrienti nelle aree agricole mediterranee di estese colture irrigue.

> Migliorare l’efficienza dell’uso dell’azoto utilizzando modelli di fertilizzazione di precisione, gestiti e basati su processi ottimizzati di riciclaggio dei nutrienti.

> Valutare l’impatto ambientale e socio-economico della sostituzione di fertilizzanti inorganici da fonti non rinnovabili con fertilizzanti organici ben utilizzati.

> Sviluppa 4 prototipi di separazione di liquami e digestione efficienti per ottenere una frazione liquida adatta per l’uso nelle infrastrutture di irrigazione e migliorare le loro prestazioni.

> Contribuire alla consapevolezza, all’accettazione e all’incorporazione di queste tecniche da parte di agricoltori e allevatori: formazione e informazione.

> Contributo alle politiche ambientali europee, nazionali e regionali nella riduzione delle emissioni di ammoniaca e particolato (codice UNECE, BREF, direttiva sui limiti nazionali di emissione, ecc.).

 

Programma LIFEAmbiente ed efficienza nell'uso delle risorse
Durata46 mesi (01/09/17-30/06/21)
LocationAragon (España) e Lombardia (Italia)
Bilancio 2,6 M€
Contributo UE 58%
CoordinatoreCentro de Investigación y Tecnología Agroalimentaria de Aragón (CITA)
PartnerADS Nº 2 Ejea
REGABER, S.A.
Mecàniques Segalés, S.L.
Universidad de Milán
ARAL
ACQUAFERT SRL
AGRITER Servizi SRL